La bonifica ambientale elettronica è un insieme di attività tecniche specialistiche di misurazione finalizzate all’individuazione di eventuali apparati clandestini d’ascolto.  Si tratta di un’attività in continua evoluzione che richiede adeguamenti costanti nella ricerca delle contromisure adatte all’individuazione delle cosiddette cimici.

La bonifica prevede inoltre la ricerca di microspie, registratori, telecamere a filo, comprese apparecchiature telecomandate, spente o inattive
Il metodo di ricerca si basa sul principio delle correlazioni di spettro, confrontando i dati rilevati in un campo neutro con quelli acquisiti nell’area da ispezionare.
In questo modo si è in grado di rilevare ogni tipo di segnale che si irradia dall’area da bonificare.