Blockchain una tecnologia per eliminare le banche dalle transazioni

Blockchain una tecnologia per eliminare le banche dalle transazioni

La blockchain è una struttura dati condivisa. È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in blocchi,  concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall’uso di primitive crittografiche. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l’intera struttura.

BTC e Blockchain

Un problema che risolve la Blockchain è quello di poter effettuare transazioni sul web, tramite Bitcoin ndr, senza passare per le banche.

Nakamoto (o chi per lui) voleva tagliare fuori le banche. Si legge nel sommario del paper: “Una versione puramente peer-to-peer di denaro elettronico permetterebbe di spedire direttamente pagamenti online da un’entità ad un’altra senza passare tramite un’istituzione finanziaria”. Bitcoin, infatti, basato sulla tecnologia blockchain, non è gestito da nessuna banca e il suo valore dipende solamente dagli acquirenti.

La blockchain permette di archiviare tutti gli scambi in un database sicuro e visionabile: i blocchi una volta approvati sono immodificabili. Questo però è un processo irreversibile, tutto ciò che passa per i nodi non può più essere annullato. Tutto ciò è possibile attraverso la crittografia e altre operazioni complesse necessarie per creare e gestire i vari codici, cioè stringhe di caratteri alfabetici o numerici che identificano ciascun blocco.

  • Decentralizzazione: tutti i dati vengono decentralizzati e verificati due volte, se un sistema è distribuito in modo corretto viene a mancare il concetto di Single Point Of Failure. Un Hacker a questo unto dovrebbe attaccare direttamente uno dei nodi principali della struttura, cosa che risuta difficile.
  • Anti tampering: la struttura blockchain con il tempo si fortifica man mano che si aggiungono blocchi. Questo perché man mano che la struttura cresce è sempre più difficile spezzare la catena e prendere il controllo della struttura dati.
  • Zero proof knowledge: concetto ortogonale alla blockchain che riguarda la protezione dati. Si tratta di accertare che tu sia la persona che dici, che tu abbia certi requisiti, senza dire chi sei. È molto importante: permette di non memorizzare informazioni sensibili, così i cyber criminali non potranno mai trovarle. Un concetto che se ben sviluppato porterà grandi vantaggi alle pratiche di cyber security.

Lascia un commento