Tutti gli articoli di Salvatore

Venere: un pianeta abitabile

Sono cinque le simulazioni della NASA che al congresso Europeo di Planetologia, grazie ai ricercatori coordinati da Michael Way, del Goddard Space Flight Center hanno portato alla luce che 750 milioni anni fa Venere, il seconda pianeta più vicino alla nostra stella Sole, aveva delle condizioni climatiche simili alla terra con una temperatura che si aggirava tra i 50 e i 15 gradi, ad oggi siamo circa a 500 gradi celsius, e con oceani profondi in media 310 metri.

Maggiori informazioni

Google annuncia il primo computer quantistico

Immaginate di dover fare una ricerca, un semplice nome in un elenco telefonico, il vostro computer scorrerà tutti i dati fino all’arrivo del dato che avete richiesto; ora immaginate che per trovare questo dato un computer, basato sull’unità binaria (Bit) 1 e 0, impieghi circa 10 mila anni bene con un computer quantistico tutto questo potrebbe essere svolto in soli 3 minuti e 20 secondi.

Maggiori informazioni

Blockchain una tecnologia per eliminare le banche dalle transazioni

La blockchain è una struttura dati condivisa. È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in blocchi,  concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall’uso di primitive crittografiche. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l’intera struttura.

BTC e Blockchain

Maggiori informazioni

Marte: respirare sul pianeta rosso ora è possibile

MOXIE: è questo il nome del nuovo sistema sperimentale creato dalla NASA che sarà implementato sul rover della missione Mars 2020. 
Moxie permetterà di trasformare l’anidride carbonica del pianeta rosso in ossigeno.
Lo strumento sarà davvero molto piccolo, circa 30 cm, e produrrà un volume di ossigeno che basterà per 2 ore ad un ritmo di 10 gr/h usando circa 300W di potenza. LA produzione avverrà direttamente dall’Anidride carbonica del pianeta tramite un processo di elettrolisi alla temperatura di 800C e alla pressione di 1 Bar.

Maggiori informazioni

Exodus l’applicazione gratuita che spia migliaia di Italiani

Exodus, software sviluppato da un azienda Italiana, ha spiato da fine 2016 ad iniziato 2019 migliaia di smartphone Italiani senza che nessuno se ne accorgesse.
Ma com’è possibile tutto ciò? Exodus era un programma scaricabile dal Google Play mascherato con il nome di un applicazione di un operatore telefonico, era stato sviluppato e pensato per le forze di polizia durante le indagini ma qualcosa è andato storto ed è stato rilasciato, per errore forse, sull’app store più famoso degli ultimi tempi: Google Play.

I ricercatori in grado di isolarlo e identificarlo hanno riferito di aver reperito tracce dello spyware sul Google Play Store “più volte nel corso di oltre due anni”.

Exodus spiava in due fasi: la prima aveva accesso a informazioni di base come il codice IMEI la seconda invece prevedeva l’installazione di un file che raccoglieva tutti i dati sensibili degli utenti, siti visitati, posizioni, chat e ogni tipo di utenza.

Sul perché questo software sia stato rilasciato sul Google Play indaga la procura di Napoli, nel frattempo l’azienda produttrice, la eSurv, è sotto inchiesta.

New York rasa al suolo da un asteroide, ma per fortuna è solo una simulazione che ha fatto capire quanto è fragile il nostro sistema di difesa planetaria

Negli scorsi giorni si è svolta la sesta Planetary Defence Conference ed ha dimostrato quanto fragile sia il nostro sistema di difesa planetaria.

L’obiettivo era quello di dirottare o comunque distruggere un asteroide. Quest’anno è stata presa in considerazione l’asteroide che nel 2019 avrebbe l’1.04% di possibilità di colpire la terra una probabilità che però secondo la simulazione scenderebbe a 1 su 10 il 29 aprile 2027, quando la città a rischio collisione sarebbe Denver.

Maggiori informazioni

Antonio Conte e la macchina della verità: chi ha eseguito il test?

Antonio Conte si sottopone alla macchine della verità, meglio note come test del poligrafo, per sottoporre delle domande sul suo futuro nel calcio e su quali squadre andrà ad allenare
L’apice dello stress registrato dalla macchina si raggiunge quando Antonio Conte deve rispondere alle domande sul suo futuro, soprattutto quando si tocca la Francia..

Chi ha eseguito il test? Cosa comporta questo test ?

Test poligrafo professionale più conosciuto come test macchina della verità, un team di esaminatori esperti garantiscono un attendibilità dei risultati nel fino al 95%,dei casi. Puoi consultare le competenze degli esaminatori, ed i curriculum per valutare la loro esperienza ma allo stesso tempo e importante anche valutare il modello di poligrafo utilizzato per la conduzione dei test . Verifica sempre queste due informazioni per evitare di affidarti ad esaminatori improvvisati o peggio un poligrafo “giocattolo”

I Test macchina della verità consistono sempre in 5 fasi:

1) Raccolta di informazioni: sarà necessaria una comprensione dettagliata della questione, indipendentemente dal fatto che vi siano persone specifiche, incidenti o azioni specifiche coinvolte. Il nostro approccio è quello di rimanere obiettivi

2) Valutazione pre-esame – Per condurre un test accurato e professionale, ti inviamo una valutazione che definisce gli obblighi richiesti per te come cliente e / o persona / e in fase di test nel supportare e salvaguardare il processo.

3) Intervista pre-test – Il giorno del test c’è sempre una consultazione dove i dettagli saranno verificati

4) Il test del macchina della verità – Viene quindi condotto il test effettivo che comporta un’osservazione psicologica e fisica combinata alle risposte di un ampio spettro di domande. Il test includerà tra 1 e 3 domande focalizzate

5) Conclusioni e rapporti – Al termine del test, il nostro obbligo è quello di riferire al cliente e se acconsentito a farlo, possiamo condividere verbalmente i risultati dopo che l’analisi è stata completata. Inoltre, con tutti i nostri test, forniamo ai nostri clienti rapporti completamente verificati che includono la verifica da parte di un secondo esaminatore per confermare ulteriormente i risultati.

Il test del poligrafo è a cura di Nello Di savio, esperto in questo campo.

5G un viaggio tra preoccupazioni e innovazione

Ultimamente non si fa altro che parlare della nuova connessione ulta veloce 5G che andrà, in un primo momento, ad affiancare la connessione 4G LTE e poi a sostituirla del tutto.
La caratteristica principale di questa connessione è la sua bassissima latenza, inferiore e 3 MS, al contrario dell’attuale 4G che si aggira intorno ai 20 Ms, ciò va a favorire lo streaming online e i giochi multi player evitando lag e problemi di ping.

Maggiori informazioni